Scale mobili via Scarlatti e piazza Fuga

Le scale mobili di via Scarlatti e via Cimarosa furono progettate inserendole nel centro della scale, chiuse in una struttura metallica. Successivamente, a seguito della pubblicazione del progetto, ci si rese conto dell’alterazione delle scale ottocentesche e dell’ingombro visivo grossolano.

 A seguito della sua bocciatura, la direzione dell’AMN mi invitò, in qualità di consigliere tecnico, di risolvere il problema.

Osservando bene l’area delle scale, quella di via Scarlatti avevano sui lati aree a verde e, nella prima rampa, dei locali di servizio abbandonati. I tal modo ebbi la possibilità d’inserire le scale mobili nelle sottostanti aree verdi e nei locali abbandonati, il tutto senza eliminare la vegetazione.  

Le scale mobili, in particolare quelle di via Scarlatti, prevedevano una copertura leggera in tensostruttura a membrana di protezione, purtroppo non fu realizzata per una serie di problemi di cavilli amministrativi.

Il progetto prevedeva anche la sistemazione delle aree circostanti come Piazza Fuga

 

Scale mobili via Scarlatti e piazza Fuga, Napoli, Progetto preliminare, Mario Losasso esecutivo e DL ANM Azienda Napoletana di Mobilità 1999/2000

Condividi su

Share on facebook
Facebook